Immagine di testata

                                                                                                                                                                           Disegno realizzato da Giuliano Rita

Siamo ai blocchi di partenza per quanto riguarda manifestazioni e spettacoli che vedranno come protagonisti i nostri alunni, impegnati in varie performance. Ciò che vi verrà mostrato, a conclusione di questo anno scolastico, è il risultato di un percorso didattico, legato a diversi progetti per l'ampliamento dell'offerta formativa, sviluppati nel corso dell'anno scolastico.

   scarica IL PROGRAMMA delle manifestazioni finali a.s. 2015-16

        

 LOCANDINA

 

 

 

BIMBI

 MANIFESTAZIONI ANNO SCOLASTICO 2014-15

TUTTI IN SCENA!

 

IL MAGO DI OZ

 

 

Palestrina- 29 Maggio 2015 - Gli alunni della classe IV A del Plesso di “Viale della Vittoria” portano in scena il “Mago di Oz”, la rappresentazione teatrale è il prodotto finale del progetto “Diversi ma uguali”, sviluppato nel corso del corrente anno scolastico. L’obiettivo perseguito è stato quello di cogliere il valore  delle diversità linguistiche, culturali, sociali, religiose, alimentari, attitudinali, di apprendimento. I ragazzi lo hanno imparato a scuola insieme alla Matematica, alla Grammatica, alla Storia perché possano essere i cittadini del mondo di domani.

 

I protagonisti del libro “Il Mago di Oz” formano una comitiva composta da personaggi diversi: Dorothy è una bambina, Totò un cagnolino, lo Spaventapasseri un’invenzione, il Taglialegna di latta era stato un uomo, ma ora sembra una macchina, il Leone un animale. Pur nella loro evidente diversità sono uguali: nei desideri, nelle emozioni e nelle dimostrazioni di affetto. La diversità non ha ostacolato l’amicizia anzi ha permesso loro di integrarsi, ognuno ha qualcosa che l’altro non possiede. La diversità li ha arricchiti ed è questo il messaggio più importante ricevuto dalla lettura del libro.

  

LA TRAMA    

 

Tutti i componenti della comitiva hanno dei desideri da realizzare: Dorothy desidera tornare a casa da zia Emma e zio Henry; lo Spaventapasseri desidera un cervello, il Taglialegna di latta un cuore e il Leone il coraggio. Ognuno di noi ha dei desideri che vorrebbe vedere realizzati oppure esauditi con l’aiuto di un mago. Durante la lettura del libro abbiamo scoperto che in realtà le cose che desideravano già facevano parte dei personaggi. Lo Spaventapasseri dimostrerà durante le vicissitudini della storia che un cervello già lo ha. Ad es. quando ha l’idea, di fronte a un precipizio, di far saltare il Leone che riuscirà a mettere in salvo tutti gli amici. Il Taglialegna di latta si commuove ogni volta che vede una creatura, anche la più piccola, soffrire. Piange quando ha schiacciato alcune formiche camminando. Il Leone dimostra un notevole coraggio quando salta il precipizio, quando affronta i Tigrorsi e gli abitanti del regno della strega cattiva. Il Leone è semmai consapevole che il vero coraggio implica la conoscenza della paura.

  

Durante la lettura del libro “Il Mago di Oz” abbiamo notato anche un’attenzione che l’autore, attraverso Dorothy, ha per l’alimentazione. Dorothy si preoccupa sempre di cosa mangerà lei e Totò. Quando lascia la casetta che è atterrata nel paese dei Ghiottoni si preoccupa subito di riempire il suo cestino con del pane e del burro prima di abbandonare la casa. Così anche durante il viaggio è sempre attenta alla quantità di cibo che ha a disposizione.


Il bisogno di alimentarsi è una necessità vitale per tutti gli uomini di ogni parte del mondo. Dorothy è una bambina americana e negli Stati uniti d’America il cibo è sempre stato sufficiente per tutti i suoi abitanti. Svolgendo ricerche sulle abitudini alimentari di questo popolo e le ricette di alcuni loro piatti tipici, ci siamo resi conto che la quantità di cibo a disposizione ogni giorno è troppa e la loro preparazione è troppo calorica. Il burro, ad esempio, che Dorothy porta sempre nel suo cestino, è un alimento molto grasso che va consumato con cautela. 

Purtroppo abbiamo anche scoperto che mentre ci sono popoli che rischiano l’obesità ce ne sono altri che ancora oggi soffrono la fame ed è ancora presente la mortalità infantile dovuta alla denutrizione. Il nostro pianeta può offrire cibo per tutti i suoi abitanti tocca a noi, futuri cittadini del mondo, distribuire le risorse con equità fra tutti i popoli.

Articolo redatto dall'insegnante Germana Bovi

 

 Scarica la locandina dello spettacolo "Il Mago di Oz"

 

 

ROMA CAPUT MUNDI 

La classe V C del plesso di Viale della Vittoria ha sviluppato il progetto “ Roma caput mundi” nel corrente anno scolastico.

Il 21 maggio 2015, presso il Teatro Principe di Palestrina ha allestito uno spettacolo teatrale.

Roma caput mundi narra la storia di Roma rivisitata in chiave umoristica, dalle sue origini ai giorni nostri; nel racconto, alcuni personaggi storici sono catapultati nel mondo moderno.

La realizzazione di questo progetto ha visto la classe impegnata per mesi nella creazione di materiali di scena e coreografie, nella memorizzazione di copioni e canzoni, ma soprattutto ha dato la possibilità di stimolare la creatività dei bambini e la partecipazione attiva e collaborativa alla vita scolastica.

   

Articolo redatto dall'ins. Manuela Baldi

 

 "UNA DOLCE AMICIZIA"

 rappresentazione teatrale

"Diversi ma uguali...dolcezze dal mondo assaggiamole a teatro".

Un progetto per l'integrazione, la scoperta di culture diverse e soprattutto sentirsi uguali e unici.

L'anno scolastico volge al termine ed anche per i progetti arriva la fase conclusiva di tutte quelle attività svolte.

Martedì 19 Maggio 2015 alle ore 15:00, la classe IV B del plesso di Viale della Vittoria, Istituto Comprensivo "G.Mameli", ha presentato, al TEATRO PRINCIPE, uno spettacolo teatrale con il progetto:"Diversi ma uguali...dolcezze dal mondo assaggiamole a teatro" dal titolo "Una dolce amicizia".

Nella rappresentazione teatrale la storia di una bambina di nome Cioccolatina e del suo amico Michele, tratta dal libro "Cioccolatina" di Vivian Lamarque è stata simpatica e divertente, ma i veri protagonisti sono stati i bambini che si sono alternati in scene recitate e scene coreografiche. L'emozione era tanta, ma a poco a poco si è trasformata in una grande gioia tra gli applausi della platea.

La finilità del progetto riguarda l'inserimento e l'integrazione non solo degli alunni stranieri, attraverso attività interdisciplinari e promuovendo l'utilizzo dei diversi linguaggi.


rappresentazione teatrale                                                      "Una dolce amicizia"

Articolo redatto dalle insegnanti  Loredana Tomassi e Anna Ruggeri.